Il sistema costruttivo: legno massiccio

 

 

 

Il legno massiccio o massello si ricava dal fusto delle piante ed è ottenuto dalla diretta lavorazione dell’albero, in particolare della parte sottocorticale del tronco.

 

Per il legno di conifera e il legno di latifoglie esistono classi di resistenza differenti. Per ottenere un materiale più pregiato, il legno segato può essere sottoposto a ulteriori lavorazioni, ad es. essiccazione artificiale, piallatura, fresatura in generale.

 

A seconda della specie legnosa, il legno da costruzione presenta anche una resistenza naturale diversa all'attacco di organismi nocivi. Per aumentarne la durabilità, il legno può essere trattato preventivamente con sostanze protettive

 

 

 

massiccio1
massicio2

Il legno proveniente da specie differenti ha diverso colore, diversa densità, diverse caratteristiche di venatura.

 

Il legno massiccio è unico, non esiste un pezzo identico ad un altro e questo dà esclusività alla realizzazione; particolarmente adatto per coperture di abitazioni e ristrutturazioni.

I pacchetti di copertura

 

Sistem Costruzioni propone per le coperture in legno di case ed edifici pacchetti in Sistema Casa Natura.

 

Ogni sistema costruttivo proposto è una sintesi tecnica che nasce dal soddisfacimento dei requisiti termici, acustici e di salubrità.

Un sistema universale non può esistere perché le condizioni climatiche e le specifiche d’uso di un edificio sono variabili.

E’ per questo che le nostre soluzioni possono essere implementate ed ottimizzate in relazione alle esigenze specifiche del cliente e dell’ambito costruttivo.

copertura1

 

Il sistema costruttivo: legno lamellare

lamellare1

Il legno lamellare è un materiale strutturale prodotto incollando delle tavole di legno a loro volta già classificate per uso strutturale.

 

È quindi un materiale composito, costituito essenzialmente di legno naturale che attraverso un procedimento tecnologico di giunzione e incollaggio a pressione riduce i difetti propri del legno massiccio.

 

Le fasi della produzione consistono nella riduzione del tronco in tavole - dette per l'appunto lamelle - generalmente di larghezza non superiore ai 24/26 cm (per prevenire eccessive deformazioni causate dal fenomeno del ritiro) e nella loro ricomposizione tramite incollaggio.

 

E’ possibile produrre elementi di forma e dimensione volute, senza i limiti derivanti dalla dimensione dell'albero, inoltre il limite in lunghezza di una trave in legno lamellare è dato principalmente dalla possibilità di trasporto e messa in opera della stessa.

lamellare2

Il legno lamellare incollato è costituito da almeno quattro tavole o lamelle essiccate e incollate tra loro con le fibre parallele. Prima di essere incollate, le lamelle vengono classificate secondo la resistenza in modo visivo o meccanico e piallate. La colla utilizzata deve soddisfare i requisiti della UNI EN 301 per i componenti di legno con funzioni portanti.

 

E' necessario dimostrare l'idoneità della specie legnosa per la produzione di legno lamellare incollato. Si utilizzano prevalentemente abete rosso, abete bianco e larice. Possono essere fabbricate travi sia rettilinee sia curve. Si distingue fra legno lamellare incollato omogeneo (tutte le lamelle della sezione devono appartenere alla stessa classe di resistenza) e legno lamellare incollato combinato (le lamelle interne ed esterne della sezione possono appartenere a diverse classi di resistenza). Quelle più esterne di classe uguale all’omogeneo, mentre le interne possono appartenere a classi minori.

lamellare3

 

A seconda della classe di resistenza delle lamelle si ottengono prodotti con profili prestazionali diversi. Si parte dal GL24 che è il profilo minimo fino al GL36 ad alte prestazioni. Di ognuno si può avere sia la versione «omogenea H» sia la versione «combinata C»

 

Il legno lamellare incollato è particolarmente adatto per componenti da costruzione soggetti a carichi elevati e con una luce molto ampia, oltre che per esigenze elevate di stabilità della forma e di estetica.

 

 

 

 

lamellare5

 

lamellare4

Resistenza al fuoco del legno lamellare

Pur essendo realizzate con un materiale combustibile,

le strutture in legno lamellare possono avere una resistenza al fuoco pari o superiore a quella di strutture in acciaio o in calcestruzzo.

Le caratteristiche del materiale rimangono pressochè costanti all’aumentare della temperatura. Inoltre le superfici direttamente esposte al fuoco carbonizzando lentamente creano una naturale protezione alla diminuzione delle sezioni strutturali. Il forte aumento della temperatura durante l’incendio non provoca l’aumento dei fenomeni deformanti come accade invece per l’acciaio.

 

lamellare6
lamellare7

La resistenza al fuoco di un elemento strutturale in legno lamellare dipende dalla velocità di carbonizzazione che è possibile calcolare sperimentalmente o analiticamente per diverse specie legnose.

L’EC5 ha una sezione dove vengono esposti i metodi di calcolo.

 

 

Lamellare: Prestazioni

prestazionilamellare1
lamellare2

Il sistema costruttivo

sistema costruttivo1

 Sistem Costruzioni

 utilizza per le coperture e le grandi strutture in legno

 principalmente due materiali:

sistema costruttivo2 sistema costruttivo3